Università, un microscopio finanziato dalla Fondazione

Il Centro Interdipartimentale Grandi Strumenti (CIGS) dell’Università compie quarant’anni. Il 3 ottobre s’inaugura il nuovo laboratorioLeggi altro ›

Il Centro Interdipartimentale Grandi Strumenti dell’Università (CIGS) compie quarant’anni. Per festeggiare la sua fondazione sono in programma una giornata di approfondimento sulla sua storia e una serie di workshop che si terranno nel mese di ottobre. Durante la giornata di approfondimento, che si terrà a Modena venerdì 3 ottobre, verrà inaugurato il nuovo laboratorio di microscopia elettronica a scansione.

Il nuovo microscopio elettronico del CIGS. Nella foto in alto: immagine al microscopio di un invertebrato

Il nuovo microscopio elettronico del CIGS. Nella foto in alto: immagine al microscopio di un invertebrato

“Il CIGS – spiega il Rettore Angelo Andrisanoè attualmente una delle più importanti ed imponenti struttura di ricerca, di cui sia dotata Modena, e rappresenta uno dei punti di eccellenza del nostro Ateneo, nonché  uno spazio nel quale quotidianamente dimostriamo la nostra volontà di saperci mettere al servizio del territorio. Il valore raggiunto dal Centro è enorme e di questo dobbiamo essere grati alla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, che si è sempre dimostrata sensibile verso l’esigenza di aggiornare e potenziare costantemente le strumentazioni presenti”.

 Ventidue laboratori scientifici, distribuiti su oltre 700 metri quadrati di superficie, all’interno dell’area del Campus di via Campi, una vasta gamma di strumenti di analisi per applicazioni interdisciplinari dalle scienze chimiche a quelle medico-chirurgiche. E’ questo, in sintesi, il C.I.G.S., realtà estremamente attiva sul piano della ricerca, nata con l’intento di supportare, con strumentazioni all’avanguardia, il lavoro dei ricercatori e accreditatasi negli anni come struttura tra le più aggiornate e avanzate sul piano nazionale.

Venerdì 3 ottobre presso il Dipartimento di Scienze Fisiche, Informatiche e Matematiche in via Campi si terrà una giornata di approfondimento dedicata alla storia del C.I.G.S. a partire dal 1974, anno della sua costituzione ufficiale. In quella occasione verrà inaugurato il nuovo laboratorio di microscopia elettronica a scansione, acquisito nell’ambito del piano di sviluppo poliennale del Centro e che giungerà a piena realizzazione con l’installazione del nuovo spettrometro NMR AVANCE III HD 600 MHz, prevista per la fine del 2014.

Immagine al microscopio di una pietra dura

Immagine al microscopio di una pietra dura

All’ammodernamento delle risorse strumentali, che vanno dalla microscopia elettronica, alla risonanza magnetica, dalla spettroscopia infrarossa e raman, alla microscopia ottica e confocale, fino alla spettrometria di massa e diffrazione a raggi X, ha contribuito in modo determinante la  Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.

Durante il mese di ottobre si terranno workshop dedicati alla illustrazione di tecniche analitiche, praticabili grazie agli strumenti scientifici a disposizione presso il C.I.G.S. Il primo seminario, dedicato alla microscopia elettronica a scansione, è in programma giovedì 9 ottobre; giovedì 16 ottobre un secondo appuntamento riguarderà la risonanza magnetica nucleare; giovedì 23 ottobre si terrà, invece, un seminario sulla spettrometria di massa inorganica; l’ultimo incontro di giovedì 30 ottobre verterà sulla spettrometria di massa organica. La partecipazione è gratuita. Per iscriversi: http://www.cigs.unimo.it/eventi/2014/quarantennale/quarantennale.html