Premio letterario Frignano, vince Andrej Longo

E’ l’autore de “L’altra madre”, edito da Adelphi. A Davide Morosinotto va la sezione Ragazzi con “Il rinomato catalogo Walker&Dawn” Leggi altro ›

Il romanzo “L’altra madre” di Andrej Longo, edito da Adelphi, si è aggiudicato la XXI edizione del Premio Letterario Frignano. Il Premio della sezione Ragazzi è andato a Davide Morosinotto per ”Il rinomato catalogo Walker&Dawn“, edito da Mondadori. La cerimonia di premiazione si è tenuta sabato scorso a Fanano. La giuria, presieduta da Michelina Borsari, era composta da Franca Baldelli, Roberto Barbolini, Stefano Calabrese, Stefano Marchetti e Riccardo Pontegobbi. Quest’anno i libri in concorso erano 23, di cui 16 per la sezione Premio Frignano e 7 per la sezione Premio Frignano Ragazzi. Quattordici le case editrici, quasi tutte di interesse nazionale tra cui Adelphi, Einaudi Ragazzi, Garzanti, La Nave di Teseo, Marsilio, Minimum Fax, Mondadori, Mondadori Ragazzi, Ponte alle Grazie.

La giuria ha scelto i vincitori tra due terne di finalisti, una per il Premio principale, l’altra per la sezione Ragazzi: Gian Piero Bona con L’amico ebreo (Ponte alle Grazie); Leonardo Lucarelli con Carne trita. L’educazione di Un cuoco (Garzanti); Andrej Longo, L’Altra Madre (Adelphi). Per la sezione Ragazzi: Fabio Geda e Marco Magnone con Berlin. I fuochi di Tegel (Mondadori); Elisabetta Gnone con Olga di carta (Salani Editore); Davide Morosinotto con Il rinomato catalogo Walker&Dawn (Mondadori).

Alla cerimonia di premiazione, nella chiesa di San Giuseppe, erano presenti, tra gli altri, Rita Monticelli del Consiglio d’Indirizzo della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena che da molti anni sostiene il premio; Daniela Contri, assessore alla Cultura dell’Unione dei Comuni del Frignano; Livio Migliori dell’Accademia Lo Scoltenna; il sindaco di Fanano Stefano Muzzarelli, che ha avuto parole di cordoglio per le vittime del terremoto in centro Italia.

I libri pervenuti quest’anno al Premio Frignano sono di qualità eccezionale” dichiara Michelina Borsari. “Abbiamo ricevuto un numero inferiore di libri rispetto agli altri anni, anche perché il mondo editoriale ha visto quest’anno molte concentrazioni, ma tutti sono di grande interesse, sia dal punto di vista della qualità letteraria, sia dal punto di vista della leggibilità. I libri di entrambe le terne credo possano regalare il piacere della lettura”.

Nella foto in alto: un momento della conferenza stampa di presentazione del Premio