PAVAROTTI, L’OMAGGIO DI PIAZZA GRANDE

Grande successo del concerto di ieri sera in piazza Grande. Sul palco un cast d’eccezione per rendere omaggio al maestro a 9 anni dalla scomparsaLeggi altro ›

La città ha reso omaggio a Luciano Pavarotti a nove anni dalla scomparsa. Sfidando la pioggia e il freddo lo spettacolo, diretto da Fabio Volo, ha avuto luogo regolarmente in una piazza Grande gremita di pubblico. Applauditissime le esibizioni del trio “Il volo”, di Nek, di Elio in versione cantante lirico, di Danilo Rea al pianoforte con la soprano Silvia Colombini, di Edoardo Bennato e del violinista siriano Alaa Arsheed. Tutti sul palco nel cuore storico della città, patrimonio dell’umanità Unesco, accompagnati dall’Orchestra dell’Opera Italiana diretta dal maestro Aldo Sisillo, insieme con giovani promesse e talenti lirici: Vittoriana De Amicis, Laura Macrì, Ivan Ayron Rivas, Francesca Sartorato e Claudia Sasso.

Lo spettacolo ha presentato artisti di primo piano e giovani promesse della lirica che, intrecciando repertori operistici e pop, hanno reso omaggio al Maestro, mentre Fabio Volo ha condotto lo spettacolo condividendo con gli artisti ospiti ricordi e riflessioni sulla figura di Luciano Pavarotti, come uomo e come artista.  L’evento, trasmesso in diretta da Rai 2, si è svolto grazie all’impegno congiunto di Fondazione Luciano Pavarotti e Comune di Modena col sostegno fondamentale di Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, ed è stato realizzato in collaborazione con Fondazione Teatro Comunale, grazie anche al sostegno di Gruppo Hera, Maserati, Caffè Cagliari e Gruppo Cremonini.

L’omaggio a Pavarotti, intitolato “Qui dove il mare luccica”, ha messo l’accento del ricordo su uno degli aspetti con i quali l’artista coniugava l’amore per la vita e la solidarietà: la collaborazione con l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), ai cui progetti il Maestro dedicò diverse edizioni del concerto “Pavarotti & Friends”. Lo spettacolo ha sottolineato l’empatia e la solidarietà con cui il tenore ha sempre avuto a cuore il destino di tanti che nel mondo sono in condizioni di bisogno, specialmente i bambini.