S.Agostino/2 La parola agli architetti del Polo

In due interviste Vittoria Massa e Francesco Doglioni spiegano gli obiettivi del progetto di restauro del complesso settecentescoLeggi altro ›

Il progetto di recupero e riqualificazione dell’ex ospedale Sant’Agostino segue una tendenza che è propria dell’architettura contemporanea in tutta Europa. E’ quanto sostiene Vittoria Massa, l’architetto che ha affiancato Gae Aulenti nel progetto architettonico del Polo Culturale Santagostino di Modena. “Il progetto – spiega – lavora su due piani, quello della conservazione degli spazi originali e quello dell’innovazione, intervenendo con elementi nuovi soltanto dove le esigenze di lettura del testo storico lo permettono”.

Il progetto costituisce una sorta di “passaggio di staffetta tra antico e nuovo”, aggiunge Francesco Doglioni, l’architetto che ha curato il progetto di restauro. “L’intervento di restauro non è sufficiente – spiega Doglioni – perché non si può pensare di portare allo stato originario un ospedale che è stato trasformato per 250 anni. Deve per forza trovare un nuovo uso, deve per forza trovare una nuova configurazione e una nuova efficacia”.

Vittoria Massa e Francesco Doglioni hanno partecipato lunedì scorso all’incontro organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena per illustrare il progetto di recupero e riqualificazione del complesso settecentesco.