Cultura, dalle 86 Fondazioni 270 milioni nel 2013

Particolare attenzione è stata rivolta alla condizione giovanile. Un esempio è dato dal progetto Funder35, promosso dall’Acri Leggi altro ›

Poco meno di 270 milioni di euro a favore della cultura. E’ quanto hanno erogato le 86 Fondazioni d’origine bancaria italiane nel corso del 2013, una somma pari al 30,4 per cento delle erogazioni complessive. Il dato è contenuto nel volume “Fondazioni bancarie e nuova economia della cultura”, firmato da Marco Maria Tosolini. La Fondazione Cassa di Risparmio di Modena ha contribuito con 6 milioni 700 mila euro. Ma se si considera il periodo che va dal 2005 al 2013 le erogazioni superano i 100 milioni di euro.

L’impegno delle fondazioni a favore della cultura è ancora più significativo se confrontato con la progressiva contrazione delle risorse pubbliche, anche per la diminuzione dell’apporto di Regioni ed Enti locali. Sui bilanci comunali l’incidenza media della voce cultura scende al 2,4 per cento, quando fino al 2009 era al 3,3 per cento. In termini assoluti, l’intervento pubblico complessivo (Stato, Regioni, Comuni e Province) scende dai 7,5 miliardi del 2005 ai 5,8 miliardi del 2013.

 Di conseguenza le Fondazioni hanno assunto un ruolo di soggetto promotore e catalizzatore di risorse, complementare agli altri soggetti del territorio. Il 32,7 per cento delle erogazioni hanno riguardato le iniziative a sostegno di creazioni artistiche e letterarie; il 26,4 per cento è andato alla conservazione e valorizzazione di beni architettonici e archeologici; il 15 per cento alla promozione e valorizzazione delle arti visive; quote minori ai musei, all’editoria e alle biblioteche.

Particolare attenzione è stata rivolta alla condizione giovanile. Un esempio è dato dal progetto Funder35, promosso dall’Acri a sostegno dell’impresa culturale giovanile, con un bando annuale da un milione di euro; o dal protocollo d’intesa tra Acri,  Cna, Confartigianato e Unioncamere, finalizzato a dare nuovo impulso alla formazione professionale agevolando l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro.

Nel 2013 le Fondazioni hanno infine continuato l’impegno nella catalogazione dei loro patrimoni d’arte, nell’ambito del catalogo multimediale R’Accolte posizionato sul sito dell’Acri e fruibile per chiunque lo voglia consultare, a cui finora hanno aderito 59 Fondazioni con 70 collezioni e oltre 11 mila opere.