Bilancio, un milione in più per la ricerca scientifica

La maggior parte delle risorse erogate sono state utilizzate per favorire l’inserimento dei giovani nelle attività di laboratorio Leggi altro ›

La Fondazione ha deliberato finanziamenti nel settore Ricerca scientifica e tecnologica per 2 milioni 723 mila euro, circa un milione in più rispetto all’anno precedente. Sono stati finanziati 14 progetti, compresi quelli gestiti direttamente dalla Fondazione. La maggior parte delle risorse sono state utilizzate per favorire l’inserimento dei giovani nella ricerca e rafforzare la presenza della ricerca modenese in ambito nazionale e internazionale.

Nel 2013 è stata indetta la prima edizione del Bando Progetti di ricerca applicata per l’innovazione. L’obiettivo è quello di promuovere progetti di ricerca, di sperimentazione e di innovazione in collaborazione tra Università, centri di ricerca, imprese altri enti e istituzioni della provincia di Modena. E’ stata impegnata una somma complessiva di 1 milione 889 mila euro ripartita su tre anni: 500 mila sul 2013, 700 mila sul 2014, 689 mila sul 2015.

Di particolare rilievo il contributo di 775 mila euro assegnato all’Università di Modena e Reggio per finanziare 48 borse di studio per dottorati di ricerca in ingegneria dell’informazione, medicina molecolare e rigenerativa, nanoscienze e scienze umanistiche. Ogni titolare di borsa di studio riceverà annualmente per tre anni 16 mila euro.

Da sottolineare l’impegno della Fondazione per la costituzione dell’Associazione Progetto Cina, su iniziativa dell’Università. Tra le attività previste la promozione dell’offerta formativa e della ricerca di UniMoRe in Cina; l’attrazione e la selezione di studenti cinesi a tutti i livelli di formazione; la promozione di iniziative volte all’integrazione sul territorio; la conoscenza della cultura italiana; la promozione della mobilità di ricercatori e docenti da e verso la Cina.

In questo ambito va ricordato anche il progetto AGER – Agroalimentare e Ricerca, iniziativa di collaborazione tra Fondazioni di origine bancaria, con capofila la Fondazione Cariplo, dedicato alla ricerca scientifica in campo agroalimentare. Per la seconda fase del progetto la Fondazione Cassa ha assegnato un contributo complessivo pluriennale di 600 mila euro. Indirettamente rientra nell’ambito della ricerca e del sostegno all’innovazione anche la partecipazione e l’adesione della Fondazione al Fondo TT Venture.

Di rilievo anche l’acquisto di attrezzature scientifiche da destinare al Centro Interdipartimentale Grandi Strumenti (C.I.G.S.) dell’Università. La Fondazione finanzia inoltre, con un apposito bando, l’organizzazione di congressi scientifici di livello internazionale. Nel 2013, per questa attività specifica, ha messo a disposizione 200 mila euro.