Andante, il teatro che racconta la comunità

Da novembre a maggio dell’anno prossimo cinquanta spettacoli, una ventina di incontri pubblici, percorsi di formazione, concerti, installazioniLeggi altro ›

Anche quest’anno Andante, progetto  artistico e teatrale giunto ormai alla sua quinta edizione, si sviluppa attraverso quattro rassegne promosse e organizzate da  Amigdala, Artisti Drama, Teatro dei Venti, Instabile 19, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena. Da novembre 2016 a maggio 2017 presenta, a Modena e in provincia, cinquanta spettacoli, una ventina di incontri pubblici su tematiche legate al teatro e alle politiche culturali, percorsi di formazione, concerti, installazioni. Tutto questo in tre spazi teatrali e in diversi luoghi non teatrali aperti al pubblico. Il tema di fondo sarà la Comunità, che vede il teatro come luogo attorno al quale è possibile raccogliere poetiche diverse e persone diverse, per età, provenienza, cultura.

Andante è realtà aperta a nuovi ingressi di tutti quei gruppi che desiderano diventare soci dell’Associazione e iniziare un percorso di affiancamento e crescita all’interno del gruppo. Nel 2016/2017 ha deciso di aderire ad Andante l’associazione Dancewoods, che lavora nell’ambito della danza contemporanea e della videodanza con un’originale progetto di ospitalità e di formazione di livello internazionale che si svolge ogni due anni tra Modena e l’appennino.

Andante Formazione

Una novità per l’anno 2016/2017 è il lancio della piattaforma di “Andante Formazione”, una serie di appuntamenti che mettono in rete le proposte di Alta Formazione curate e promosse dai diversi soggetti dell’associazione. Molti i maestri chiamati a partecipare a worshop e seminari nei diversi teatri della rete e in alcuni luoghi più periferici come l’Appennino modenese. Il ciclo “Andare a ripetizione” curato da Drama Teatri nell’ambito di “La Corsa di Fuochi” prevede quattro incontri/spettacolo domenicali che tra dicembre e febbraio portano con sè confronto, conoscenza e allargamento della comunità teatrale. Dalla docente di storia della danza Eugenia Casini Ropa alla conferenza spettacolo di Massimiliano Civica, passando per la lezione di drammaturgia di Rita Frongia e il dialogo con Carla Pollastrelli.

A novembre si avvia anche il progetto di Alta Formazione curato da Teatro dei Venti al Teatro San Giovanni Bosco, che ospiterà tra gli altri l’attore Mario Barzaghi (Teatro dell’Albero di Milano), Sankar Lal Sivasankaran Nair per un seminario sull’arte marziale indiana Kalaripayattu, e un seminario di Storia del Teatro con Gerardo Guccini, docente all’Università di Bologna. Infine, tra Aprile e Maggio, tre proposte di laboratorio residenziale curate da Instabile 19 in alcuni paesi dell’Appennino Modenese tra cui Montecreto e Sestola, con maestri del teatro contemporaneo e della danza come Cesar Brie e Giorgio Rossi.

Teatro in Appennino  

Tra le novità dell’anno 2016/2017 c’è il progetto “Caminantes”, teatro in Appennino realizzato da Instabile 19 che prevede seminari residenziali per attori professionisti che si svolgeranno in alcuni centri dell’appennino modenese. La scelta di portare questa proposta in luoghi tradizionalmente distanti dai centri teatrali rinnova l’idea di un’idea di teatro che è in grado di costruire “comunità competenti”.