L’Altro Suono, il 15 maggio prima assoluta con Fred Frith

Il chitarrista inglese è cresciuto al confine fra rock alternativo e musica contemporanea. Ha anche collaborato, tra gli altri, con Robert Wyatt e Brian EnoLeggi altro ›

Al Teatro Comunale prosegue per tutto il mese di maggio la rassegna musicale L’Altro Suono. Dopo La Regina Dada, spettacolo scritto e interpretato da Stefano Bollani e dall’attrice Valentina Cenni, andato in scena nei giorni scorsi, il 15 maggio sarà la volta di una prima assoluta: l’esecuzione di un progetto costruito ad hoc con il compositore e chitarrista Fred Frith.

Frith, affiancato da un ensemble internazionale di solisti di eccellenza, è cresciuto al confine fra rock alternativo, improvvisazione sperimentale e musica contemporanea. Fondatore del gruppo rock inglese Henry Cow nel 1968, ha partecipato alla scena downtown newyorkese negli anni ’80 insieme ad Arto Lindsay, David Moss, John Zorn e ha scritto musica per Bang on a Can All-Stars, Ensemble Modern e Quartetto Arditti. Ha collaborato con Robert Wyatt e Brian Eno.

Il manifesto di "Rock all opera". In alto l'Orchestra di piazza Vittorio

Il manifesto di “Rock all opera”. In alto l’Orchestra di piazza Vittorio

Al tema del multiculturalismo e alla stimolante commistione di culture lontane è dedicato lo spettacolo del 18 maggio, Il giro del mondo in 80 minuti dell’Orchestra di Piazza Vittorio (18 maggio). L’Orchestra, nata nel 2002 nella Piazza dell’Esquilino di Roma, è formata da 15 musicisti e cantanti di 10 diverse nazionalità. Lo spettacolo è un viaggio attraverso un coloratissimo mondo musicale seguendo il filo di un racconto in forma semiscenica.

Il 22 maggio l’Altro Suono inaugura il progetto Rock all’Opera ideato insieme al Centro Musica del Comune per promuovere una collaborazione fra il teatro musicale e il mondo giovanile. Lo spettacolo, dal titolo Ri(e)voluzioni, porterà in scena la band Yeah! Mutation di Camposanto, selezionata attraverso un bando di concorso e supportata nella produzione di una vera e propria opera rock da un team di autori e musicisti di esperienza.

Alla collaborazione con l’Istituto Musicale “Vecchi-Tonelli”, in rete con altri conservatori della Regione (Parma, Reggio Emilia, Bologna e Ferrara), si deve invece l’omaggio agli 80 anni di Steve Reich (24 maggio), pioniere del minimalismo musicale e uno dei più influenti compositori viventi. Oltre ad una retrospettiva su alcuni dei suoi brani più rappresentativi, a Modena verrà eseguito anche un nuovo brano vincitore del Concorso Happy Birthday, Mr Reich, istituito per l’occasione e rivolto agli allievi di composizione di tutti gli Istituti Superiori dell’Emilia Romagna.